#8 – dalla raccolta: poesie per mio figlio e altre faccende.]

quando al mattino ti svegli assonnato
e svogliato stizzisci al mio –buongiorno!
ti fa da richiamo la colazione
d’orzo dolce e chicchi di grano,
mentre osservando la noia che t’arreca
il mio dovere materno,
faccio riserva d’attese e speranze
per quando non potrò più espiare
_________ __________ la svogliatezza
dell’iniziarti a vivere secondo
dopo secondo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...