Iole Toini, Dei colori dei luoghi

perìgeion

toini

di Francesco Tomada

Portarti qualcosa
che dalla parola
entri nella sua forma,
una piccola pietra,
qualcosa che bruci come legna.
Darti la cosa stessa senza parola
con il dolore di quando ci manca.
Averla addosso
come un pegno di somiglianza.

Ci sono molti brani che escono in modo necessario, come dichiarazioni di intenti scaturite da sé, e che illuminano Dei colori dei luoghi, la seconda raccolta di Iole Toini recentemente pubblicata da Terra d’Ulivi. A distanza di cinque anni dal notevolissimo esordio di Spaccasangue (Le Voci della Luna), l’autrice ritorna con un volume che ne conferma il valore e l’unicità nel panorama italiano, ma al tempo stesso evidenzia che il percorso fra i due lavori è stato lungo e faticoso. La fatica e il dolore sono infatti elementi fondamentali nella scrittura di Iole Toini, e quindi la sua poesia ha conservato e anzi rafforzato nel tempo le caratteristiche che…

View original post 493 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...