“Ipotesi”, ipostasi e saudosismo nella poesia di Murilo Mendes

Carteggi Letterari - critica e dintorni

Murilo Mendes, Ipotesi Murilo Mendes, Ipotesi

di natàlia castaldi

Considerata il testamento poetico di Murilo Monteiro Mendes, uno dei massimi esponenti del “modernismo” brasiliano, questa raccolta poetica interamente scritta nel “68 in lingua italiana, e successivamente rivista e rivisitata per anni fino a giungere alla stesura definitiva, costituisce il punto d’arrivo della maturazione linguistica del poeta che, con divertita partecipazione, si mette in gioco spostando il proprio registro linguistico dal portoghese-brasiliano all’italiano, sua seconda lingua da quando nel “56 accettò l’incarico come Professore ordinario di Letteratura Brasiliana, presso l’Università di Roma. Tuttavia, sarebbe un errore considerare questo libro solo

Murilo Mendes 1901 - 1975 Murilo Mendes 1901 – 1975

il risultato di un mero esercizio linguistico e stilistico dell’autore, in quanto in esso lo sforzo di trasposizione linguistica si accompagna alla maturazione del Mendes uomo e professore di letteratura Brasiliana che, sradicato linguisticamente e culturalmente dalla terra di Saudade tanto amata e mitizzata nei ricordi dell’infanzia contadina…

View original post 1.528 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...