Antonella Taravella Guarino, alcuni inediti

Carteggi Letterari - critica e dintorni

Antonella Taravella Guarino

dai piedi a salire – un ansimo caldo
lo schioccare dei legni
appartengo ad una fiamma appassionata da
mostrare senza il freno della lingua
(eccomi)
come il coccolare prudente
della voce – nel suo doppio
che arrotola febbre nelle mani


è vuotezza il tremore della parola
un labbro spaccato in più punti
che riordina il tempo
solo ora che il sole sceso in gola
indietreggia il buio dietro le dita
raccolgo l’espressione dell’inchiostro
che si apre come fosse sangue marcio


vorrei saperti – come il perdere equilibrio
nei piccoli morsi dati al cuscino
quando l’inverno è una lama limpida
diretta al gesto che respiro
come a riempire i giardini di vento


sono una piega di mare cresciuta con la bugia della memoria
nell’occhio aperto – in questo darmi un grembo dove lambire
il mio dolore
nelle mani coperte di fiori – fino spinarsi nel precipizio
imitando mia madre nell’amore
restando…

View original post 154 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...