lettere a Francesco

Ciao Francesco caro,
ieri finalmente ho guardato negli occhi ******, lei ha abbassato lo sguardo. Non voglio portare rancore a nessuno, sto praticamente appianando qualunque situazione, come se volessi sistemare le cose prima di andare. Che poi adesso sto davvero molto meglio e non vedo come imminente il mio andare via, ma so che è un rischio sempre dietro l’angolo, la mia spada di damocle sulla testa


per cui sto facendo questo percorso di bene dentro me stessa.Continua a leggere…

demo-civil 3.0

Le poesie civili dei poeti demo-3.0 hanno tutte lo stesso canovaccio secondo cui l’antieroe moderato pacifista e piddino, roso com’è dai problemi di coppia e dai calcoli del mutuo a fine mese, siede soprappensiero col caffè in mano sul divano quando viene improvvisamente fulminato dalla sua stessa coscienza sociale e civile, sollecitata dal minzolincatodico tubo dell’informazione, e si rende conto che intorno a lui gira tutto un mondo.Continua a leggere…